Tenerina ferrarese

IMG_8902 Bentrovati cari lettori, interrompo il ritiro spirituale per darvi una notizia straordinaria! In queste settimane il web è zeppo di articoli che riportano una scoperta destinata ad entrare nella storia della cucina vegan, finalmente è stato trovato l’ingrediente magico in grado di essere montato a neve e quindi di sostituire alla perfezione gli albumi montati: il liquido di cottura dei ceci! Se non avevate già avuto questa informazione probabilmente starete strabuzzando gli occhi, ma vi assicuro che non è uno scherzo! Sul sito di Joel Roessel potete leggere moltissime informazioni a riguardo, non mi dilungo dando dettagli che potete trovare altrove, ma voglio dare il mio contributo alla causa dei golosi etici condividendo la ricetta poco sana ma molto godereccia della tenerina ferrarese, un dolce che, detto tra noi, mi è mancato parecchio, e le cui versioni vegetali fino ad ora assaggiate non mi soddisfacevano a pieno. Questa invece è davvero simile all’originale! Quante regole salutiste ho infranto? Particolarmente tutte, zucchero bianco, farina 00, cioccolato in quantità industriale, …. espierò in un altro momento! Tra l’altro per un risultato garantito ho usato il liquido dei ceci in scatola (non preoccupatevi se è leggermente salato!), che andrebbero evitati per via del metallo, ma ho letto di tanti che non sono riusciti a montare il liquido di cottura dei ceci secchi cucinati in casa, quindi per andare sul sicuro ho optato per la via facile. Vi saluto e ritorno alla mia clausura che vi motiverò punto per punto prossimamente, ma vi lascio questa ricetta in cambio!

Ingredienti:

200g di cioccolato fondente

100g di olio di semi di girasole deodorato

100g di zucchero a velo + un cucchiaino + per guarnire

200g di farina 00

6 cucchiai di liquido di cottura dei ceci

Procedimento: sciogliete a bagnomaria il cioccolato, mescolatelo con l’olio e fateli raffreddare. Setacciate la farina e lo zucchero a velo e montate a neve il liquido dei ceci con un cucchiaino di zucchero a velo. Unite il composto al cioccolato con la farina e lo zucchero, mescolate bene e unite delicatamente il liquido dei ceci montato, mescolando con un cucchiaio dal basso verso l’alto. Versate l’impasto in una tortiera quadrata o rettangolare unta e infarinata ( o meglio ancora spolverata di cacao amaro), livellatelo con un cucchiaio o una spatola  e infornate a 180° per 15-18 minuti. Quando inizia a sprigionarsi profumo di cioccolato e a formarsi qualche crepa in superficie la torta è cotta, parola della mia amica Giovanna che è una maestra di dolci, quindi sfornatela, lasciatela raffreddare completamente, ricopritela di zucchero a velo e tagliatela a quadretti. Come la versione originale, anche questa avrà una bella crosticina in superficie e sarà morbida e umida all’interno. Buon appetito!

Annunci

8 thoughts on “Tenerina ferrarese

  1. Interessante! Con farina di mandorle al posto della farina di frumento potrebbe forse assomigliare alla torta caprese.
    Ho chiesto a Joël se avesse una ricetta collaudata di pan di spagna (ho tradotto génoise anche se non sono certa che sia la stessa -identica- cosa). Mi ha consigliato di provare quella, semplicissima, proposta da Swedish Vegan, ma a me il primo tentativo non è riuscito: assomigliava al massimo a una quattro quarti, come consistenza. Forse ho montato troppo l’acqua dei ceci con lo zucchero. Se pensi di proseguire le prove anche in questo senso sarei curiosa di sapere se trovi, o qualcun altro riesce a trovare, una ricetta che dia la consistenza veramente leggera leggera del pan di spagna classico. Con l’acqua dei ceci.

  2. Ecco, questa è mia!!!!! Mi incuriosisci da morire adesso ^_^ Ok, metto in ammollo i ceci e li faccio bollire. Poi sforno meringhe a tutto andare 😀
    Ma nel frattempo mi delizio con questa tenerina, perché sono proprio curiosa di percepirne le sfumature.
    Ahhhh, se sei preziosa ^_^

  3. Bellissima! comunque per l’acqua dei ceci ‘industriale!: puoi optare per quelli in vaso di vetro anziché in scatoletta…

  4. L’ho provato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Una bomba!!!! Non ho fatto meringhe, ma fantastici pancakes. Domani potrai assaggiarli ^_^ Ovviamente ci sarai anche tu ^_^
    Grazie (anche per essere uscita dalla clausura e avermi dedicato bellissime parole). Sei preziosa.

  5. La prima prova l’ho fatta con l’acqua dei ceci appena cotti. E’ montata, ma si è anche smontata facilmente. Allora mi sono detta: cosa posso fare per renderla migliore? E ho provato lasciando i ceci in ammollo per almeno 24 ore. Poi i ceci li ho utilizzati, ma l’acqua l’ho ancora lasciata a riposo per un paio di giorni. Il risultato è stato un liquido sufficientemente vischioso da essere montato senza l’ausilio di altre aggiunte. Compatto, spumoso e soffice. Non è comunque facile da mantenere, quando si aggiunge ad altri impasti (io l’ho aggiunto ad una crema fatta con gelatina di semi di chia impastata a farina, base di pancakes vegani interamente frutto di un’idea estemporanea). Devo capire in cosa migliorarla. Aiutatemiiiii ^_^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...