Torta rustica di pere alle spezie

IMG_5347

Sabato pioveva, abbiamo passato tutto il pomeriggio in casa pigramente, tra pisolini, letture, film e Gatto, così mi è venuto abbastanza spontaneo pensare che era il caso di infornare una torta, però leggera, con frutta di stagione, pochissimo zucchero e olio, e farina integrale, ma con una nota insolita conferita dal pepe, che si sposa bene con noce moscata, cacao e pere. Il risultato è questo, e ve lo propongo perchè guardando il meteo può essere che nei prossimi giorni qualcun altro abbia voglia di mettere un dolce in forno! Se preferite i sapori più zuccherati aumentate le dosi nel ripieno, noi ci siamo abituati a trovare già dolcissima la frutta, senza grandi aggiunte, e quando sono fuori  e assaggio qualche gelato o dolce industriale vegetale mi sembra che le dosi siano esagerate, a volte non riesco a finirli. Il palato si abitua in fretta a variazioni di sale e zucchero, è stupefacente! E voi come trascorrete le giornate di pioggia in casa?

IMG_5383

Ingredienti:

Per la pasta

200g di farina integrale

20g di olio evo

un pizzico di sale

un cucchiaio di zucchero di canna

150g circa di acqua

Per il ripieno

3 grosse pere

3 cucchiai di cacao

2 cucchiai di zucchero di canna

mezzo cucchiaino scarso di pepe nero macinato

mezzo cucchiaino di noce moscata

4 cucchiai di fiocchi di avena

Procedimento: mescolate gli ingredienti della pasta. Visto che le farine integrali possono essere molto diverse da loro vi suggerisco di aggiungere l’acqua un poco alla volta, per non avere un impasto troppo bagnato. Impastate a lungo, e quando avrete una palla liscia dividetela in 2 parti, una leggermente più grande, e col mattarello stendetele dando forma circolare. Eventualmente tenete un po’ di pasta per decorare. Preparate il ripieno mescolando le pere tagliate a dadini piccoli con gli altri ingredienti. Prendete una tortiera, ungetela ed infarinatela, stendete il disco più grande di pasta, versatevi il ripieno, pressatelo bene con un cucchiaio, sovrapponete l’altro disco e chiudete i bordi. con una forchetta bucherellate la superficie e infornate a 180° per 45 minuti. Fate raffreddare e se volete spolverate con zucchero a velo. Buon appetito!

IMG_5350

Tabbouleh mediorientale

pace

Seguirà il post che avevo preparato, ma prima vorrei dirvi brevemente che in questi giorni il mio pensiero è costantemente rivolto alla popolazione civile  palestinese che sta subendo una vera e propria pulizia etnica. Non ci sono parole per descrivere l’orrore e la disumanità di quanto sta accadendo, a farne le spese sono i bambini in primis, ma io non trovo meno ingiusta la morte di qualsiasi persona trucidata da chi è accecato dall’odio razziale e  religioso. Sono vicina anche a tutti gli ebrei israeliani (sono molti) che condannano ciò che sta accadendo e stanno manifestando per far sentire la propria voce, anche se ignorata dal loro stesso governo.  Spero che tutti i governi, compreso il nostro che tanto per cambiare tace, siano compatti nel condannare ed isolare sia politicamente che economicamente il governo israeliano. Spero di non dover più scrivere cose come questa, vi lascio al post.

 

IMG_5216

Il tabbouleh (colonna sonora) è un tipico piatto mediorientale a base di burgul, verdure, limone e tanto, tantissimo prezzemolo. Quello che vi presento oggi utilizza, invece il cous cous precotto, perchè viste le temperature potrete fare a meno di accendere il fornello, se avete un bollitore a disposizione. La difficoltà nel prepararlo è la stessa dell’insalata, quindi bassissima, ma otterrete un piatto molto rinfrescante, da cucinare in abbondanza per mangiarne anche il giorno dopo, o magari da portare al lavoro o in spiaggia nella schiscetta. Questo piatto è particolarmente ricco di ferro, che verrà assimilato senza problemi grazie alla presenza della vitamina C, ed ha anche un buon apporto proteico, che potrete incrementare usando la quinoa al posto del couscous. La prima volta che l’ho assaggiato è stato in Francia, a Marsiglia, una città stupenda  con una forte contaminazione magrebina e mediorientale, che si rispecchia anche nella cucina. Non vi resta che provarlo, e ricordatevi di abbondare esageratamente col prezzemolo!

Ingredienti per 2 persone:

150g di cous cous integrale

un mazzo di prezzemolo

qualche foglia di menta

50g di lenticchie lessate

2 pomodori

un cetriolo

mezza cipolla rossa

succo di mezzo limone

olio evo

sale

pepe

un cucchiaino di semi di cumino tostati

Procedimento: in una terrina versate il cous cous crudo, aggiungete mezzo cucchiaino di sale, il cumino e un cucchiaio di olio e con la forchetta sgranatelo bene. Versate acqua bollente secondo quanto riportato dalla confezione (io di solito lo copro e aggiungo un dito di acqua). Lasciate riposare e raffreddare. Tritate il prezzemolo e la menta molto finemente, anche i gambi, e quando il cous cous è freddo sgranatelo con la forchetta, aggiungete le erbe, le lenticchie, le verdure tagliate a dadini, il succo di limone, un paio di cucchiai di olio, sale e pepe qb, mescolate e lasciate riposare in frigorifero fino al momento di servire. Buon appetito!

Follow my blog with Bloglovin