Come preparare il Kimchi

IMG_8214

 

Bentrovati cari lettori! Negli ultimi anni ho compiuto vari esperimenti nel campo della fermentazione, alcuni andati a buon fine, altri decisamente disastrosi, ma quello che vi propongo oggi è assai semplice e di facile riuscita, pertanto sentitevi assolutamente all’altezza! Il kimchi è una tipica preparazione coreana che permette di conservare per alcuni mesi le verdure invernali. Ne esistono svariate centinaia di ricette e potrete sbizzarrirvi. In poche parole si tratta di fare fermentare le verdure condite con una salsa molto piccante  e aromatica a cui tradizionalmente viene aggiunta una salsa di pesce fermentata, che io ho sostituito con le alghe kombu. Si utilizzano verdure tagliate a pezzi oppure affettate finemente come ho fatto io. Avere il kimchi pronto in frigorifero è una grande risorsa quando siete di corsa, infatti potete servirlo con del semplice riso bianco lessato. Se invece avete più tempo potete utilizzarlo come ingrediente per delle frittelle salate o per farcire dei ravioli al vapore o alla piastra, il web pullula di idee che potete sperimentare, ma il consiglio che vi do è di consumarlo senza cuocerlo, per godere di tutti i benefici della fermentazione. Qualcuno di voi ha mai provato a prepararlo? Che verdure usate? E le spezie?

Ingredienti:

450g di verdure miste invernali (cavolo rosso, porro, finocchio, carota)

un litro di acqua

15g di sale

3 spicchi di aglio schiacciati

2 cucchiaini di peperoncino in polvere

3 cucchiai di zenzero grattugiato

15g di alga kombu essiccata

Procedimento: affettate finemente le verdure e tagliate la carota a julienne, mettetele in una terrina capiente. Sciogliete perfettamente il sale nell’acqua, versate la salamoia sulle verdure e lasciate riposare per 6 ore. Scolate le verdure e tenete da parte il liquido. In una ciotola mescolate l’aglio, lo zenzero e il peperoncino, se necessario aggiungete un cucchiaio di salamoia per amalgamare meglio. Versate questo condimento sulle verdure, aggiungete le alghe tagliate a pezzettini e mescolate bene. Mettete le verdure in un vaso sterilizzato e schiacciatele molto forte in modo da far fuoriuscire quanta più aria possibile. Lasciate un po’ di spazio dal bordo del vaso, coprite con un dito di salamoia e appoggiatevi sopra il tappo senza avvitare. Fate fermentare per 2-3 giorni a non più di 15°. Inizialmente vedrete formarsi delle bolle e aumentare la parte liquida, poi quest’ultima verrà riassorbita e il kimchi sarà pronto per essere consumato, ma se vi piace un sapore più forte potete lasciarlo fermentare ancora un po’. Quando decidete che il kimchi è pronto chiudetelo ermeticamente e conservatelo in frigorifero per uno o più mesi. Buon appetito!

Advertisements

6 thoughts on “Come preparare il Kimchi

  1. buonissimo!! Io l’ho fatto anche con rapanelli piccanti e daikon a julienne, senza salsa di pesce e alghe, solo aglio, zensero e peperoncino abbondante. dà dipendenza!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...