Batata al forno

IMG_4891

Ci sono ricette così semplici che a volte mi chiedo si sia il caso di postarle, ma questa volta mi sono convinta del fatto che non tutti conoscono questa specie di patata e dolce a pasta arancione o bianca o viola, denominata come avrete letto nel titolo “Batata”, con la B di Bari, ed appartenente alla famiglia delle Convolvulaceae, e non  delle Solanaceae (che invece annovera tra i suoi membri le Patate con la P di Palermo e i Pomodori, sempre con la P siciliana). Ora mi aspetto che spuntino fuori i Bomodori, ma se nessuno ne ha mai sentito parlare passiamo alla ricetta. Dicevamo, la batata è dolce, dolcissima, si può mangiare anche cruda, e cotta assomiglia vagamente alla zucca, con cui può condividere il colore della polpa. La potete usare in svariati modi, in insalata a julienne, per fare sughi, nelle polpette, sulla pizza, ma oggi ve la propongo in un modo decisamente aromatico e se vogliamo provenzale (oggi andiamo forte con la geografia!), ma poi scordatevi i baci alla francese, l’aglio c’è e si sente, ma il sapore piacevolissimo vi ricompenserà più che adeguatamente! Mentre tutti siamo incollati agli schermi per seguire i risultati delle elezioni europee ed amministrative vi lascio quindi questo spunto per il pranzo, e anche una frase in cui credo molto:

“Ero intelligente e volevo cambiare il mondo. Ora sono saggio e sto cercando di cambiare me stesso “
Dalai Lama

IMG_4888

Ingredienti per 2 persone:

una grossa batata

4 cucchiai di olio evo

un mazzetto abbondante di prezzemolo

uno spicchio di aglio

sale

Procedimento: sbucciate e tagliate a cubetti la batata. Tritate l’aglio col prezzemolo. In una pirofila da forno versate l’olio, aggiungete la batata, cospargetela con il prezzemolo e l’aglio, mescolate bene con un cucchiaio in modo da distribuire uniformemente il condimento e mettete in forno riscaldato a 180° per 50 minuti facendo attenzione che la batata non si bruci. Mescolate a metà cottura. Prima di servire salate a piacere e buon appetito!

100% veg monday logo

Advertisements

4 thoughts on “Batata al forno

  1. Buongiorno Capretta. Grazie per la tua ricetta semplice ma, come dicevi, utilissima per chi come me conosceva la Batata “di vista” ma non si azzardava a cucinarla non sapendo da dove iniziare. La prossima volta che l’incontro proverò senz’altro a farla come mi hai indicato.
    E complimenti vivissimi per la tua competanza….. geografica!! :))

  2. Ciao,io vivo in Liguria,mai incontrata qui.Vedo solo le patate dolci,e i topinambur,ma questa non saprei dove trovarla,….. 😦

  3. Pingback: Batate ripiene e i miei auguri | La Cucina della Capra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...