Platano al forno

IMG_3854

Sarà capitato anche a voi, come a me, di vedere al supermercato delle banane più grandi del normale  e di leggere la parola “platano” sul cartellino. Per me il platano è sempre stato quell’albero usato per bordare le strade, e non ho mai visto nessuna banana spuntare tra i suoi rami. Ah, beata ignoranza, per fortuna alcune donne africane mi hanno spiegato di cosa si tratta, così ho potuto gustare questo frutto che è davvero davvero ottimo!

Si tratta di un parente della più nota banana, ma viene utilizzato sia in preparazioni dolci che salate, previa cottura. Il grado della sua dolcezza dipende dal livello di maturazione, a buccia verde corrisponde un frutto acerbo, meno dolce, ricco di amidi e più simile alla patata, mentre le macchie nere indicano che è tempo di cucinarlo. A me piace molto utilizzare il frutto molto maturo per piatti salati.

La prima volta che ho assaggiato il platano è stato a casa di un’amica del Togo che lo tagliava a fettine e lo friggeva in abbondante olio per poi salarlo, come delle patatine. La seconda volta ho assaggiato lo snack di un’amica nigeriana, acquistato in busta, sempre come le patatine, e sempre fritto e salato. La terza volta è stata in un ristorante africano in cui lo tagliano a fettine, lo schiacciano e lo friggono ben 2 volte. A questo punto ho rotto il ghiaccio e ho deciso che era giunto il momento di familiarizzare, così ne ho comprati alcuni frutti al market etnico e mi sono lanciata.

Sapete che non friggo molto, così sono passata direttamente alla cottura in forno. Ho scelto frutti dalla buccia nera, li ho sbucciati, tagliati a fette per il lungo (mentre di solito si taglia a rondelle) e  messi su una placca rivestita di carta. Via in forno a 180° per mezzora. Le fette si sono caramellate, gli zuccheri hanno formato una patina deliziosa. Ho salato leggermente e li ho accompagnati con una salsina piccante. Questa ricetta è così semplice che non vi ho scritto quantità e ingredienti, ma vale davvero la pena di provarla per scoprire un sapore nuovo, per conoscere un piatto di una parte di mondo così lontana ma così vicina e, non per ultimo, per fare i sapientoni quando li preparate a qualcuno! Buon appetito!

Advertisements

4 thoughts on “Platano al forno

  1. Mio marito, da bravo brasiliano, adora il platano fritto o al forno cosparso di zucchero di canna grezzo e cannella, specialmente a colazione. Un altro utilizzo frequente è nei piatti di verdure miste lessate assieme ed insaporite con aromi ed erbe, perchè crea un buon contrasto con sapori forti come la verza.

  2. Io l’ho trovato una volta sola a una bancarella cinese, era verde, e così è rimasto per tipo un mese, visto che non sapendo come farlo lo avevo riposto in frigo e lì ho finito per dimenticarmelo per lungo tempo. Immagino quindi non abbia mai maturato! :\ in effetti quando andai a cucinarlo sembrava proprio una banana acerba, amidosissimo, e ne ho buttato mezzo, mi s’impastava tutta la bocca..:O
    vicende tristi a parte, le patatine di platano le conosco, e mi piacciono un sacco. Spero di avere l’opportunità di riprovarlo presto così da dimenticare la brutta esperienza.
    un saluto Capra!

  3. Mai provati finora. Piatto insolito per noi, ma sono davvero curiosa di cucinarli seguendo le tue indicazioni ….mi fido ciecamente della Capretta del web! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...