Cavolfiore arrostito con yogurt di soia

cavolfiore arrosto

In inverno spesso può capitare di mangiare sempre le solite 4 o 5 verdure, credendo che rispetto all’estate ci sia meno varietà. In realtà il vero problema è che al supermercato si trovano sempre le stesse, non c’è molta scelta, e chi non ha la fortuna di avere un orto per la produzione familiare si dovrà accontentare e arrangiare in qualche modo. Talvolta siamo vittime delle nostre stesse abitudini, e cuciniamo sempre allo stesso modo le verdure, senza provare alternative. Ad esempio io ho sempre pensato che il cavolfiore andasse lessato o cotto a vapore e poi condito, e quanto mi sbagliavo! Intanto non è affatto necessario cuocerlo, è davvero squisito anche crudo, tagliato a fettine e marinato, oppure frullato e usato al posto del couscous, ma la scoperta ancora più  incredibile è il sapore del cavolfiore arrosto, che caramellizzandosi  diventa dolce e davvero  intenso. Ultimamente mi piace molto preparare questa ricetta che prevede un condimento gustoso, ma leggero e sano, infatti utilizzo lo yogurt di soia, che arricchisco con spezie e succo di limone. Cuocendo in forno, lo yogurt si restringe e crea una crosticina che avvolge i pezzettini di verdura, deliziosa veramente. Scommetto che dopo questa descrizione non potrete resistere e proverete tutti a dare nuova vita al cavolfiore!  Aspetto ovviamente anche i vostri suggerimenti su come dare una rispolverata alla cucina invernale!

Ingredienti per 4 persone:

un cavolfiore

250g di yogurt di soia al naturale

un cucchiaio di semi di cumino

3 cucchiai di succo di limone

sale

pepe

olio evo

Procedimento: pulite e affettate il cavolfiore, mettetelo in un recipiende e conditelo con la salsa preparata mescolando lo yogurt, il limone una presa di sale, pepe abbondante e i semi di cumino. Mescolate bene  e se riuscite a resistere alla tentazione di divorare tutto, disponete la verdura su una placca da forno rivestita di carta. Cercate di non sovrapporre le fette. Irrorate con poco olio, ne basta appena un filo, e infornate a 200° preriscaldati per 30 minuti. Sfornate, se necessario salate leggermente e servite subito il cavolfiore, io l’ho accompagnato con del riso in bianco e un trito di prezzemolo e melissa fresca. Buon appetito!

Advertisements

24 thoughts on “Cavolfiore arrostito con yogurt di soia

  1. Se questa non si chiama telepatia….Stavo giusto pensando “ma stasera come posso cucinare il cavolfiore?” Due minuti dopo e puff,mi spunta la tua notifica xD

  2. Che bontà! L’ho mangiato giusto oggi, fatto a insalatina tiepida, con finocchi e zucca saltati pochi minuti nel wok con rosmarino e aglio. Questa tua delizia la provo subito domani 😀

  3. hehhe mi hai fatto sorridere mentre leggevo il tuo post!!! beh in effetti il cavolfiore lesso è un classico ma forse anche il meno buono da mangiare.. meglio al vapore che il sapore rimane più consistente oppure quoto la tua proposta del crudo, che come tutte le verdure, vanno sempre alla grande!!! le ultime volte l’ho condito solo con olio EVO e gomasio e l’ho mangiato da solo con una fettina di pane abbrustolita!!! se lo prendo in settimana proverò la versione arrostita! mi ispira un sacco!!! e poi mmmmm :p la crosticina!!!!!

  4. Sinceramente per quanto riguarda le verdure invece io trovo l’inverno molto più vario e ho minori possibilità di annoiarmi che con le sole zucchine, melanzane e peperoni dell’estate! Facevo anch’io una ricetta di cavolfiore arrostito qualche tempo fa, che non so perchè è finita nel dimenticatoio e ho anche perso…per fortuna che ci hai pensato tu a farmi ricordare questo squisito modo di cucinarlo! 🙂 sicuramente in cumino però non c’era, ancora non lo conoscevo, e la tua versione mi sfagiola il doppio! 😀
    un abbraccio Capra! 😉

  5. Tentativo fallito: i cavolfiori sono rimasti duri,crudi ed immangiabili.
    Li ho cotti anche per più di mezz’ora,ma niente…
    Sei sicura che non andassero sbollentati un poco prima di metterli in forno?
    Grazie!

  6. Allora ho tagliato i cavolfiori circa 0,5 cm di spessore,poi li ho messi in una pirofila con la cartaforno, ho versato la salsina e col cucchiaio ho mischiato ben bene. ho messo un giro d’olio e via in forno a 220° per mezz’ora.

  7. Mumble…mumble…l’unica differenza che noto è che io prima mescolo con la salsina, poi metto sulla placca forno. Prova a fare così. L’altra ipotesi che mi viene in mente è che il tuo forno non raggiunga la temperatura, oppure che tu abbia messo troppo yogurt e il cavolfiore “ammassato” invece che steso in un unico strato. Per farti capire, ogni fetta deve avere uno strato sottile di yogurt, non nuotarci, e va appoggiata sulla carta forno senza venire poi coperta da altre fette. Se usi un cavolfiore piccolo metti meno yogurt. La quantità è come per le pastelle per friggere. Spero che il prossimo tentativo vada meglio, fammi sapere se tra queste ipotesi ce n’è qualcuna che ti risolve il problema!

  8. Dai allora coi prossimi cavolfiori riproverò! Quelli di ieri,per non buttarli,sono finiti nel pentolone in acqua bollente 😀
    Grazie a buona giornata

  9. Mi ispira tantissimo questa ricetta, adoro il cavolfiore e lo gusto in vari modi, perfetto crudo, lo adoro!!!! la prossima volta lo proverò arrosto 🙂

  10. Buonasera ^^
    Ho appena iniziato a seguire questo fantastico blog e vorrei chiederti una cosa, io non amo particolarmente i semi di cumino, con cosa posso sostituirli?
    Grazie mille! 🙂

  11. Pingback: Cavolfiore e scalogni arrosto con curry e semi di finocchietto - Una V nel piatto - Ricette Vegane e Mondo Vegan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...