Consigli di lettura: UNO Cookbook, il libro

uno

 

Non so voi, ma io mi ero accorta che Manuel, alias UNO Cookbook, aveva diradato le sue apparizioni sul web, e quando l’ho contattato mi ha confermato che qualcosa bolliva in pentola. Come avrete appreso se lo seguite su facebook, ha dato alla luce il suo primo libro di cucina: “UNO COOKBOOK, ricette 100%veg semplici e gustose che fanno bene a noi, agli animali e al nostro pianeta”. Siccome Manuel è una persona estremamente carina, ha avuto il pensiero di mandarmene una copia in anteprima, e così quando ieri il corriere ha suonato al campanello ero molto emozionata di scartare l’involucro giallo per vedere il prodotto delle sue fatiche. Che ho stima del suo lavoro lo sapevate già, visto che è stato uno dei primi intervistati su questo blog, ma devo dire che il suo libro è davvero un bel libro. Mi spiego meglio.

Iniziamo dall’evidenza: è un libro bello! Non so se avete notato, ma in Italia è difficile vedere dei bei progetti grafici, siamo rimasti un po’ all’Artusi, e sono poche le case editrici che fanno eccezione, anche se un passo alla volta ci stiamo adeguando agli standard ben più alti degli altri Paesi. Altro aspetto: le foto le ha scattate Manuel, e non è poco, visto che spesso invece gli scatti vengono acquistati da siti che rivendono immagini preconfezionate. Manuel non è un fotografo, ma è una persona molto creativa con spiccato senso estetico, ed è riuscito con mezzi semplicissimi (cassetta di legno + macchina digitale)  a creare un suo stile iconografico, riconoscibilissimo e molto personale,non è certamente un imitatore. Le listarelle della cassettina sono il suo marchio di fabbrica, nel blog come nel libro, e danno un senso di unità a tutto il volume. Spesso le idee vincenti sono semplici, ma ci vuole una bella mente per farsele venire!

La struttura del libro è interessante, non è suddiviso per portate, ma per eventi, dall’aperitivo al picnic, alla cena romantica, e così via. Ogni capitolo inizia con una breve introduzione in cui Manuel ci racconta episodi della sua vita, talvolta molto intimi e personali, come il primo appuntamento col suo compagno o i pranzi in famiglia, descritti con uno stile leggero e ironico. Questi scritti sono una piacevolissima lettura che prende le distanze dagli chefs blasonati per portarci all’interno di una dimensione umana e quotidiana.

Le ricette sono originali e interessanti, presentate con uno stile personale molto geometrico, accompagnate da foto degli ingredienti e delle fasi di preparazione. Sono spiegate in maniera chiara e non sono complicate, tutti possiamo riprodurle a casa. Se volete farvi un’idea basta andare sul blog di Manuel, alcune sono di precedente pubblicazione. Unico neo, se proprio devo sforzarmi di trovare un difetto visto che l’autore  mi ha chiesto un’opinione spietata, è che alcuni ingredienti non sono facilissimi da reperire. Io però li trovo quasi tutti!

Penso di avervi dato un’idea generale del libro, il mio giudizio è molto positivo e se lo acquistate vorrei conoscere la vostra opinione. C’è solo un’ultima cosa di cui vorrei parlare. Mentre ero sotto la doccia e riflettevo su cosa scrivere in questo post mi sono accorta che stavo dando per scontato qualcosa che invece non lo è proprio per niente. Viviamo in un mondo in cui pregiudizi, paura e odio sono dilaganti, e io avevo appena letto un libro in cui un uomo racconta, tra le altre cose, il suo amore profondo per un altro uomo, e lo fa in prima persona con eleganza, naturalezza, leggerezza e delicatezza. Questo, secondo me, è il tesoro nascosto nel libro. Grazie Manuel!

 

giovedi-del-libro-di-cucina

Advertisements

10 thoughts on “Consigli di lettura: UNO Cookbook, il libro

  1. Caspita capra, mi hai fregato sul tempo, stavo per postare la mia recensione su questo libro bellissimo… Diciamo che allora lo metto un’altro giorno 😍. In ogni caso chi volesse seguire una sua presentazione, venga l’11 dicembre a Milano… Presto troverete tutti i riferimenti, promesso!!

  2. Carissima Carla,
    grazie per le tue parole che io sento affettuose, anche se non ci siamo mai incontrati di persona, e sono come una coccola che arriva da lontano.
    Manuel

  3. io lo seguo e lo prendero’ di certo. unica cosa che mi manca; a queto punto; e’ anche il tuo di libro…. ;))))

  4. Grazie per la segnalazione! non conoscevo il blog di Manuel e l’ho trovato molto interessante. Mi puoi indicare la casa editrice… vedo se lo trovo in giro!
    Ciao MARI

  5. Anch’io non conoscevo il blog di Manuel, ma la tua descrizione del libro mi è piaciuta molto e mi ha incuriosita!Già la copertina mi piace, hai ragione sul fatto che sembra anche ben fatto dal punto di vista grafico. Lo terrò presente per un possibile regalo di natale!Bacio

  6. Pingback: Il Giovedì del Libro di Cucina: Le erbe selvatiche | Passato tra le mani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...