Hummus di barbabietola

hummus barbabietola

Le salsine ti salvano la vita. E’ un dato di fatto, quando hai 5 minuti per portare qualcosa in tavola, e possibilmente quel qualcosa non deve essere una scatoletta sgocciolata, il nostro migliore amico è il frullatore. Lui sa, lui può, e non delude mai (ok, quel paio di volte in cui ho schizzato tutte le pareti con sostanze unte e collose sono inconvenienti imbarazzanti, ma non fanno testo, la colpa era mia, non sua). Se il tempo è poco si può ricorrere a cibi crudi o precotti, da spalmare sapientemente sul pane tostato mentre frullate. A volte poi non è questione di tempo, ma è un fatto di volontà, come sabato sera, quando sono stata colpita dal virus della pigrite acuta, ovvero non avevo mezza voglia di mettermi a spignattare, così lui è corso in mio aiuto, e in battibaleno mi ha preparato ben 3 salse, il numero perfetto per l’apericena. Il frullatore ed io abbiamo fatto la salsina con la barba di finocchio (ve la ricordate?), un’altra di origine marocchina con carote e tanto peperoncino, e questo hummus di barbabietola, al 90% crudista, ispirato ad una ricetta con barbabietola cotta e senza arancia, che invece a mio gusto ci sta proprio bene. Ecco che in pochi minuti e con il minimo sforzo abbiamo risolto l’annosa questione della cena. Lunga vita al frullatore!

Ingredienti:

una barbabietola grossa e cruda

succo e scorza grattugiata di un’arancia

mezza tazza di noci sgusciate

un cucchiaio di semi di cumino

olio evo

uno spicchio di aglio

5 cucchiai do olio di sesamo

sale

Procedimento: sbucciate e tagliate a dadini la barbabietola, mettetela nel mixer con la scorza e il succo di arancia, l’olio di sesamo e l’aglio. Frullate a lungo, interrompendo ogni tanto per non surriscaldare le lame. In una padella tostate leggermente le noci tritate e i semi di cumino (facoltativo, se proprio avete fretta potete non tostarli). Aggiungeteli nel mixer e frullate aggiungendo olio evo fino a raggiungere la consistenza desiderata. Salate e servite su pane o crostini. Buon appetito!

100% veg monday logo

Oggi è il 25 novembre, giornata contro la violenza sulle donne. Premesso che una giornata all’anno non è niente, che la violenza sulle donne è quotidiana, viscida, strisciante, a volte nemmeno riconoscibile dalle vittime che vengono colpevolizzate, possiamo approfittare di questo promemoria istituzionalizzato per riflettere su noi stesse e sulle donne che abbiamo vicino, magari qualcuna ha bisogno di una mano, di un incoraggiamento, di solidarietà e sostegno. La violenza sulle donne avviene principalmente in famiglia, tra partners (mariti, padri, fidanzati, ex compagni,…), ma non solo, anche sul lavoro, nei media, in politica, negli ospedali e in molte altre circostanze. Teniamo gli occhi aperti, perchè se una di noi viene colpita lo siamo tutte.

Neanche con un fiore.

IMG_2588

Buona settimana!

Annunci

9 thoughts on “Hummus di barbabietola

  1. fatta pochi giorni fa!!l’ho spalmata su ctostini caldi…io ci ho messo una base di philadelphia tra il crostino e la.salsina!la.morte sua!!!il mio.compagno ne ha fatti sparire una considerevole quantita!!consiglio anche gli gnocchi di barbabietola!!

  2. anche io ho un minipimmer come migliore amico… lo uso un giorno sì e l’altro pure! ottimo l’hummus di barbabietola, ma con le noci non l’ho mai assaggiato, solo con ceci e tahin finora.. anche se Lei mi piace mooolto di più in insalata condita con zenzero, olio di semi, salsa di soia e sesamo! slurpppp!

  3. Condivido in pieno il fatto del frullatore come miglior alleato in caso di emergenza fame, ma poco tempo o voglia di cucinare…io di solito mi “salvo” preparando hummus di ceci, borlotti o cannellini 🙂 La barbabietola non la amo moltissimo per via del suo sapore particolare, però il mix di sapori di questa ricetta mi incuriosisce molto e voglio provarlo, chissà che non scoprirò che in questo modo la barbabietola mi piace!
    Riguardo alla violenza sulle donne non posso non condividere pienamente tutto quello che hai scritto, purtroppo è viscida e strisciante, specialmente per quanto riguarda la violenza psicologica 😦

  4. Pingback: SFORMATINI MULTICOLORE | cucinaresorridendo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...