Cornetti integrali speziati alle melanzane

IMG_1740

 

 

Fino a qualche anno fa associavo l’integrale al sapore della segatura, sapete, quella che si mette sul pavimento quando va asciugato. Ecco, avevo la stessa considerazione della crusca. Poi ho iniziato a pormi delle domande sulla mia alimentazione. Inizialmente sono partita con interrogativi etici ed ambientalisti, poi a poco a poco ho iniziato ad interessarmi anche agli aspetti salutistici, argomento che mi appassiona sempre di più. E’ un cammino tutto in divenire, ogni giorno si impara qualcosa di nuovo, si scopre un nuovo alimento e si cerca di capire come interagisce col nostro corpo, gli studi scientifici si aggiornano sempre, a volte discordano tra di loro, e non è facile orientarsi nel mare magnum di informazioni che riceviamo. Mi dicono che ci vuole passione per l’argomento, ma io penso che non sia del tutto vero. Ci vuole anche passione per se stessi, per il proprio corpo, per la propria salute e il proprio benessere. Spesso ci ammaliamo e ricorriamo a farmaci per tamponare i sintomi o per cercare di guarire. Non pensiamo mai che alcune cose possano capitarci, e quando poi arrivano ci sentiamo male per non aver pensato prima a quella cosa che leggiamo sempre sulle pubblicità progresso, quella che pare costi così tanta fatica, quella che “però si vive una volta sola e me la voglio godere”: la prevenzione. Per prevenire certe patologie non occorre fare chissà quali sacrifici, o meglio, il “sacrificio” è maggiore quanto più il nostro stile di vita e alimentare è condizionato dal mercato. Entriamo in un qualsiasi supermercato e facciamo una breve statistica: quanti cibi esposti ci fanno male e quanti ci fanno bene? Accendiamo la tv: quante pubblicità sono dedicate a prodotti sani? Molto poche, credo, anche se non ho la tv da anni e non la rimpiango. Correggetemi se sbaglio! L’evoluzione umana è un processo molto lento e lungo, ma nell’ultimo secolo i cambiamenti sono stati moltissimi, molti dei quali riguardano la nostra alimentazione. Le industrie ci hanno rapidamente abituato a cibi raffinati, a odori e sapori che non troviamo in natura, alla nutrizione compulsiva che arricchisce solo loro(anche se ci sembra di risparmiare qualche soldo) o a diete scellerate piene di proteine animali per essere sempre più magri, ma non più sani, infatti proprio queste diete (la Dunkan, per fare un nome, ma non è l’unica) possono causare l’insorgere di molte e gravi patologie. E a chi importa questo? Beh, sicuramente alle case farmaceutiche! Tutto questo discorso, che tocca tanti temi che è bene approfondire, serve per dirvi che la prevenzione non è una forzatura, anzi, è qualcosa di molto naturale, come nutrirsi in modo sano, imparando a scegliere, capendo che spendere qualche euro in più per un cibo sano è un investimento a nostro favore. Tra i cibi più dannosi ci sono quelli raffinati, ad esempio gli zuccheri, ma anche le farine. Intendiamoci: non succede niente se ci mangiamo un dolce o una pizza con farina bianca (a me capita spesso!), ma è bene abituarsi prevalentemente all’utilizzo di quella integrale in quanto non solo è meno calorica, ma è anche più ricca di fibre, vitamine e minerali, ha un indice glicemico più basso (è più adatta ai diabetici!) ed aiuta a prevenire patologie cardiache. Pensate che spesso il pane integrale che compriamo è “ricostruito”, ovvero invece di usare tutto il chicco di grano si usa la farina raffinata a cui viene poi aggiunta della crusca. Non è un po’ folle? Ad ogni modo spero di aver scritto cose che sapevate già tutti, o di aver dato qualche spunto di riflessione, e quando mangerete questi cornetti potrete farlo senza pensare che vi siete sacrificati non utilizzando la più soffice e candida farina raffinata, ma che vi state facendo un dono prezioso, pensando alla vostra salute, oltre che alla vostra gola! Potete prepararli per merenda, per l’aperitivo, o come antipasto, magari da offrire a chi non è ancora abituato al gustosissimo sapore integrale!

 

Ingredienti per 8 cornetti:

per la pasta:

200g di farina integrale

50g di olio evo

1 cucchiaino di lievito per preparazioni salate

un cucchiaio di sciroppo di agave o altro dolcificante

mezzo cucchiaino di sale

50 cl circa di acqua

per la farcitura:

mezza melanzana

una carota

2 spicchi di aglio

un cucchiaio di uvetta

un cucchiaino di semi di cumino

un cucchiaino di coriandolo in polvere

olio evo

sale

per la copertura:

un cucchiaio di sciroppo di agave o altro dolcificante liquido

un cucchiaio di acqua

semi di sesamo e cumino

sale

Procedimento: per prima cosa preparate la farcitura. Tagliate a dadini piccoli le verdure. in una padella fate rosolare l’aglio tritato con le spezie in qualche cucchiaio di olio. Aggiungete le verdure e fate saltare. Dopo 3 minuti versate mezzo bicchiere di acqua, l’uvetta, coprite con un coperchio e lasciate stufare. Se necessario aggiungete altra acqua. A cottura ultimata, quando si è creato un ripieno denso, salate e spegnete. Lasciate raffreddare e passate all’impasto. Mescolate tutti gli ingredienti in una terrina, lavoratelo bene e stendetelo dando una forma rotonda. Con un taglia-pizza o un coltello ricavate 8 spicchi. Versate mezzo cucchiaio di impasto sulla base dei triangoli e arrotolate. Piegate i cornetti per dare la forma di mezza luna e disponeteli su una placca da forno rivestita di carta con la chiusura verso il basso. Fate riposare 30 minuti e intanto accendete il forno a 180°. In una tazza mescolate l’acqua e lo sciroppo per la copertura e spennellate i cornetti. Spolverateli con i semi e con poco sale. Infornate per 20 minuti, fino a quando iniziano a dorarsi. Lasciateli intiepidire e serviteli. Buon appetito!

Advertisements

11 thoughts on “Cornetti integrali speziati alle melanzane

  1. Che bel post, e che bella idea
    Sono completamente d’accordo con te, io perché ho iniziato a fare agopuntura seguo una dieta abbastanza restrittiva e appena mangio qualcosa di un po’ pesante/troppo raffinato/acido lo sento subito é incredibile!
    Buona giornata 🙂

  2. Bellissima idea questi cornetti salati, mi s che alla prossima melanzana dell’orto li provo… anche se come sai io sono malata di pasta madre e li lieviterò con quella… 🙂 Per il discorso cibi raffinati con me sfondi una porta aperta visto che ormai uso quasi esclusivamente farine integrali macinate da me… A mio avviso quello che all’inizio può sembrare un cambiamento drastico poi diventa apprezzamento del gusto, per cui spesso attualmente quando mangio qualcosa con farina raffinata mi sembra che non sappia di niente. Sulle farine ricostituite un appunto: spesso anche al super si trovano sugli scaffali farine chiamate integrali che in realtà sono farina bianca più crusca… insomma leggiamo bene l’etichetta!

  3. Sono d’accordissimo, l’integrale l’avevo già introdotto da un po’ anche prima di passare a veg, l’idea del pane e della pasta bianchi mi fa proprio rabbrividire 😀 anche se chiaramente, sono qualcosa a cui mi devo adattare in caso di uscite in posti non veg, e già se si trovano un panino o un piatto di pasta c’è da ritenersi fortunati! a casa è facile, con i prodotto comperi un po’ meno, anche se , devo dire, che noi siamo anche più fortunelle, perchè i cibi veg pronti come ad esempio i biscotti hanno poco di raffinato, sono anche più salutari in questo senso sicuramente! 😉
    adoro questo tipo di stuzzicherie salate, melanzane e cumino insieme, poi, forever!! 😀

  4. Sposo in pieno ogni tuo concetto (strano!!!!! ^_^). E’ solo un anno che non accendo la tv, ma mi sono resa conto di quanto faccia bene al fine di trovare una propria identità. Sposo in pieno la scelta salutista di alimentazione per il proprio bene. E sento già di amare questi meravigliosi cornetti.
    Sei un mito!!!! ^_*

  5. completamente inequivocabilmente d’accordo con te! da quando ho messo piede nello studio del mio omeopata, mi si è spalancato un mondo.. “curare” è qualcosa di superabile, potrebbe essere superfluo, se ciascuno non trascurasse i propri bisogni fisiologici. che poi non significa ASSOLUTAMENTE rinunciare ai propri gusti (SFIZIOSISSIMI QUESTI CORNETTI!!), anzi: significa essere LIBERI di scegliere, liberi di dire NO ai dettami delle mode alimentari, delle pubblicità e delle multinazionali.. che di certo non hanno come primo pensiero il nostro bene!

  6. La penso esattamente come te: anche io resto sempre a bocca aperta davanti all’enormità di cose che scopro sull’alimentazione naturale e mi appassiona l’idea di potermi nutrire di cibi così semplici, naturali, il meno lavorati possibile. Sono contenta di poterli sentire nel loro vero sapore. E mi arrabbio quando sento la maggior parte della gente dire che si tratta di cibi non gustosi, perchè schifano tutto un mondo che invece è davvero, davvero meraviglioso. Meravigliosi anche i tuoi cornetti, impazzisco per le melanzane e i sapori integrali!

  7. Anche con me sfondi una porta aperta, e condivido tutto quello che hai scritto.
    A volte è davvero difficile far passare tutte queste informazioni, così ho deciso che più che parlarne sforno ricette nel modo che io ritengo più sano, poi a buon intenditor poche parole! Comunque questo tuo post è bellissimo ed efficace, lo condividerò sulla mia pagina. E nemmeno a dirlo la ricetta è molto invitante 😉 io adoro le melanzane…

  8. Concordo su ogni tua parola! Anche io ho fatto più o meno il tuo stesso percorso, e ora semplicemente mi sembrano più buone le preparazioni integrali. Es. mi è capitato qualche giorno fa di essere invitata a una cena dove c’era del cous cous, ma sai che, usando ormai sempre quello integrale, mi faceva strano vederlo così pallido e trovarlo quasi insapore?!
    Ovviamente mi segno anche la ricetta dei cornettini, visto che le melanzane abbondano ancora e che il mio compagno ne è ghiottissimo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...