Insalata rosa

IMG_0373

Finalmente è arrivato l’essiccatore! Dopo settimane di attesa e mesi di meditazione sull’opportunità della spesa folle ci siamo decisi a comprarlo tramite gruppo di acquisto, cosa che ci è valsa un buon 25% di sconto, mica male!  Come primo esperimento  abbiamo acquistato 2 casse di fragole, che abbiamo affettato fino a tarda notte, disposto sui cestelli e fatto essiccare per un numero assurdo di ore! Prima lezione appresa: tagliare fette sottili e dello stesso spessore, o l’essiccazione avverrà in modo disomogeneo, rischiando di lasciarvi qualche pezzo troppo umido e muffe grandi come il vostro gatto. Le 2 casse di fragole fresche sono diventate 2 vasi di fragole secche, che dire, togliendo l’acqua non rimane molto, ma vi assicuro che sono di una bontà impagabile!!! Tra una frase e l’altra di questo post ho fatto partire un nuovo carico, con crackers di semi di lino e altri esperimenti, vi racconterò, e soprattutto mi sentirete urlare da casa vostra quando arriverà la bolletta, anche se sul libretto di istruzioni assicurano che non è così costoso. Vedremo. Certo è che mangiando un po’ più crudista si risparmia in gas e forno, ma per ora non traggo conclusioni affrettate. Ecco, vi dicevo delle fragole, buonissime, praticamente le ho smangiucchiate tutto il giorno e le ho usate anche per questa insalata rosa. Il Caprone era molto scettico, appena ha visto l’insalata ha messo su l’acqua per  spaghi aglio, olio e peperoncino, ma dopo l’assaggio ha dovuto ricredersi e ha ammesso che le fragole “alla fine ci stavano”! Se non le avete secche potete usare quelle fresche, se ne trovate di buone. Noi abbiamo fatto molta fatica, quelle del market erano terribili, aspre come limoni e dopo 2 ore in casa erano già decomposte. Fortunatamente l’amica L. mi ha avvisata della possibilità di acquistarle in modalità Bronx, ovvero direttamente da un contadino, accostando la macchina al suo fuoristrada in un parcheggio di periferia e pagando in contanti. Avventuroso, no? Ecco la ricetta dell’insalata.

Ingredienti:

2 rape crude (noi abbiamo trovato queste bianche con anelli rosa)

mezza cipolla rossa

uno spicchio di aglio

una manciata di fragole disidratate

aneto secco

olio evo

succo di limone

sale

Procedimento: affettate finemente le verdure e mettetele a marinare con l’olio, il limone, il sale  e l’aglio schiacciato. Servite dopo 30 minuti e buon appetito!

IMG_0374

Ringrazio moltissimo Alessandra per il premio che mi ha assegnato, è bello sentirsi apprezzati!

liebster2

Annunci

15 thoughts on “Insalata rosa

  1. Che coincidenza, ho appena finito di riempire il mio disidratatore di frutti di bosco e banane. Finora l’avevo solo usato per dei crackers, che secondo me sono venuti fantastici, e mi ha fatto piacere leggere che vale la pena disidratare la frutta perché viene buonissima. Appena le fragole sono pronte – fra un numero assurdo di ore 😀 proverò la tua insalata. Grazie mille.

  2. ci sto pensando anche io all’essicatore…è una scelta che si matura da sola nel tempo…voglio pensarci bene prima di prenderlo…anche per il fatto che bisogna lasciarlo acceso tante ore…intanto seguo volentieri i tuoi post, vediamo se lo compro prima del previsto… 😉

  3. Moira, innanzitutto ciao. Se posso permettermi, io prima usavo il forno, ma bisogna lasciare lo sportello semiaperto e ci vogliono molte più ore. Il disidratatore non scalda l’ambiente, e poi la disidratazione è molto più uniforme. Inoltre, molti modelli hanno un timer – cosa che consiglio vivamente: mentre quando usavo il forno dovevo controllare continuamente il livello di “cottura”, adesso seguo i consigli del manuale per i tempi e non ci penso più.

  4. bello l’essiccatore… l’ho visto ed usato al corso di cucina alla sana gola e me n’ero innamorato subito! pero’ anch’io sono un po’ scettico.. nel senso che ho paura di avere cmq fame una volta gustato i risultati.. quindi chiedo: ma poi li spaghi ve li siete fatti?!? 😛

  5. Troppo simpatica Capra, mi hai fatto sorridere per tutta la lettura del tuo bellissimo post! 😀
    Riguardo al tuo folle acquisto ho molti dubbi, solitamente essicco verdure o frutta al sole, ché almeno di quello quaggiù ce n’è tanto! Baci

  6. ahahhahah! In modalità Bronx 😀
    Anche qua funziona così, la gente mette cartelli abusivi con scritto “QUI CILIEGIE/FRAGOLE/FAVE” e tu entri a casa loro, fingendo di essere un conoscente, e te ne esci con casse di frutta e verdura 🙂
    Adoro queste fragole essiccate, tienici informati sulla bolletta 😉

  7. gli spaghi ce li siamo fatti eccome, anche perchè l’insalata era pochetta. Leggendo sui vari gruppi sul crudismo ho notato che molti inizialmente hanno fame, ma perchè spesso si sbagliano le quantità e le proporzioni, credo ci voglia solo un po’ di pratica

  8. Modalità Bronx…bllissima 😀
    Che invidia, sono certa che si tratta di un essicatore orizzontale, che sono “i meglio”.
    Non vedo l’ora di leggere i futuri esperimenti e peripezie delle prime prove, poi ci aggiornerai anche sulla bolletta eh 😉

  9. Carissima Carla , qui a Ospitale di Bondeno c’è un ‘azienda bio che produce le VERE fragole di una volta, quelle che ti inebriano con il loro profumo e riescono ad essere dolci nonostante la tanta pioggia e il poco sole! Come vorrei che tu potessi assaggiare ! Se vuoi ci possiamo mettere d’accordo : te le fermo e ci incontriamo a metà strada. Ciao!

  10. Eh, lo so che sono fantastiche le fragole essiccate… per non parlare del profumo che si diffonde ovunque durante l’essicazione… in insalata non le ho ancora provate… vedo se riesco a trafugarne alcune dagli spuntini delle birbe! 🙂

  11. In effetti potrebbe essere lui, Gigi, perché è spesso in giro per Ferrara a fare consegne . Chissà ! Mo’ mi informo. Ciao!

  12. ciao capra. penso da tempo all’acquisto di un essiccatore, ma il recente trasloco ha imposto altre priorità.
    nel frattempo potrei sostituire le fragole essiccate con le bacche di goji. le ho scoperte da poco, come da poco ho scoperto che la mia nuova coinquilina ne conserva tre pacchi nella dispensa. con tre chili di bacche a disposizione devo assolutamente trovare delle ricette e questa è una di quelle.

  13. Ho preso mesi fa l’essiccatore e mi trovo benissimo non cosuma molto posso sottoscrivere, inoltre da la possibilità di conservare i frutti veloci quelli che durano pocchissimo vedi fragole lamponi gelsi e i miei adorati mirtilli….la tua insalata è portentosa anche se devo dire che avendo cominciato questo percorso raw solo da 8/9 mesi ancora gli spaghi olio aglio e peperoncino mi inducono in forte tentazione
    -_-‘ dipendo molto dal sapore salato e dopo un giorno intero a frutta non reisto la sera a casa e mangio cotto (sob)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...