Revithia me melitzanes, ovvero come ti svuoto il frigorifero

Come tutti quelli che stanno per partire per le ferie estive, la Capra e il Caprone hanno la missione dello svuotamento del frigorifero, per evitare spiacevoli incontri al loro rientro. Non vi capita di trovare limoni duri  come sampietrini, yogurt che ricordano la mucillagine della riviera nelle giornate migliori, verdure così ricoperte da muffe pelose da sembrare roditori?  Quest’anno la Capra, più vecchia e saggia di 365 giorni, sta cercando di ridurre lo spreco (e il conseguente tempo passato a pulire al rientro) il più possibile, e ha trovato una valida alleata in Vefa, di cui vi ho già parlato qui, che nel suo libro ha anche una ricetta proprio ad hoc, con gli ingredienti di stagione che avanzano in frigorifero. Più o meno. La ricetta è stata leggermente modificata per adattarsi a quel che passa il convento, ma l’essenza è quella. Trattasi di una casseruola di ceci, melanzane e pomodoro tipica di Serres, città macedone. Questo piatto è molto saporito, si può gustare anche a temperatura ambiente, oltre che caldo. Fate voi!

Ingredienti:

2 melanzane

una scatoletta di ceci

mezza bottiglia di polpa di pomodoro

3 pomodori

olio evo

mezza cipolla

2 spicchi di aglio

un cucchiaino id pimento in polvere

un cucchiaino di paprika

origano

sale

pepe

Procedimento: Affettate le melanzane, cospargetele di sale e lasciatele in uno scolapasta per un’ora. Passato il tempo necessario alla perdita del liquido sciacquatele, asciugatele, mettetele su una placca da forno e dopo averle spennellate di olio fatele cuocere per bene. La ricetta di Vefa prevedeva la frittura, ma oggi la Capra ha fatto volentieri a meno. Intanto in un tegame fate soffriggere lentamente l’aglio e la cipolla tritati finemente, poi aggiungete i ceci scolati (scusa Vefa, ma non c’era tempo per usare i ceci secchi!), la polpa di pomodoro, il pimento, un cucchiaino di origano, la paprika e fate sobbollire finchè il pomodoro non si sarà rappreso per bene, creando una salsa densa. Quando le melanzane sono cotte e anche i ceci sono pronti prendete una casseruola o una pirofila e ungetela, poi disponete uno strato con metà delle melanzane, sovrapponete uno strato con tutti i ceci, finite con uno strato con l’altra metà delle melanzane e guarnite con i pomodori tagliati a fette. spolverate con origano, sale e pepe, già che ci siete date pure una passatina con un filo di olio e infornate a 180° per 50 minuti.

Questo è proprio l’ultimo post prima delle ferie, anche se come al solito sono sicura che faremo qualche tappa negli internet point e passerò a salutarvi. Vi lascio con una foto di buon auspicio delle bellissime  vacanze dell’anno scorso e vi auguro una buona fine di luglio e un inizio ottimo di agosto, a presto!!!

Advertisements

29 thoughts on “Revithia me melitzanes, ovvero come ti svuoto il frigorifero

  1. Donna tu mi tenti con queste ricettuzze greche… Ormai mi hai conquistata e le provo entrambe non appena raccapezzo tutti gli ingredienti 🙂

    Ps. Mi hai fatto sorridere quando parlavi delle verdure pelose come roditori 😄 !!! Oddio che ridere!!!!!!
    Ps2. Bellissima foto delle vacanze dello scorso anno 🙂 ! Buone vacanze ragazzi!!
    Ps3. Per la tua gioia-curiosità ho pubblicato la foto delle cipolle che fruttano dal ciuffo 😉

    A presto prestissimo 🙂

  2. Ottima ricetta capretta ed anche io ho da svuotare il frigo cinese! Mi sa che ci faccio un pensierino…
    Buone vacanze allora! tu ci sarai al raduno blogger del 2 settembre a bologna?

  3. Ma che bontà!! Io per le ferie il frigo l’ho riempito, ma di farine, cereali e legumi, per paura delle farfalline 😉
    Dove eravate stati l’anno scorso? La foto è proprio bella!
    Buon relax!!!

  4. ma che spettacolo di terrina, a parte che è bellissimo da vedere così a fiore poi buonissimo, coi ceci.. mmhhhh… ma sai che son stata anche io a mont san michel è davvero un posto meraviglioso!!! buone vacanze!!!!!!!!!

  5. Allora prima di tutto: wow! Non è che vieni a svuotare anche il mio frigo se escono queste belle ricette? Ho una venerazione per le melanzane! 🙂
    Seconda cosa: ahahh sì sì i limoni duri li trovo anche io, ma anche senza partire per le vacanze…anche perché in questo caso cerco di sbolognare in giro tutto ciò che non sono riuscita a consumare prima di partire 😛
    Terza cosa: buone vacanze, riposati e divertiti!! 😀
    A presto! Baci

  6. Che bella scoperta il tuo blog 🙂 Anch’io mi definisco una “capretta” e qui sono proprio presa per la gola. Quella teglia di melanzane e ceci te la copio subito, mi piace troppo 😀 Buona vacaza e a presto

  7. Ciao!!! Piacere di conoscerti 😉 Grazie a Chiara per avermi fatto conoscere il tuo blog… ho visto parecchie cosine interessanti, a partire da queste melanzane! A presto, Fra

  8. La Vefa e molto famosa in Grecia! Questa ricetta non la conoscevo, anche se avevo legami con la citta di Serres. Mi piace pero l’abbinamento degli ingredienti e la provero!
    Siccome e la prima volta che visito il tuo blog, volgio farti i complimenti e credo che saro assidua!
    Piacere, Marina

  9. Ciao Capretta, volevo farti i complimenti per il tuo bellissimo blog 🙂 Sarà che appena posso faccio qualche esperimento di cucina veg, sarà che qui è tutto stupendo… insomma brava brava brava bravissima! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...