Clafoutis di ciliegie alla cannella

Questa mattina la Capra si è svegliata con una incredibile nostalgia di tutte le vacanze passate in Francia, sarà colpa della lavanda che sta fiorendo in giardino? Quale miglior modo di consolarsi un po’ se non con un dolce di origine francese? Le ciliegie in frigorifero hanno subito fatto ricadere la scelta sul clafoutis, un dolce morbido e ricco, fatto di una soffice pastella e di frutta fresca. La versione originale prevede uova e latte vaccino, ma come potete vedere si ottiene un risultato ottimo anche usando latte di riso e silken tofu.

Ingredienti per una tortiera piccola:

30 ciliegie

Olio

2 cucchiai di silken tofu

1 cucchiaino di amido di mais

1 pizzico di curcuma

50 g di zucchero di canna + un cucchiaio

un cucchiaino di cannella

100 ml di latte di riso

45g  di farina

un cucchiaio di liquore di frutta (la Capra ne ha usato uno alla ciliegia, imbevibile, sacrificato all’altare dei dolci)

un pizzico di vaniglia

zucchero a velo

Procedimento: ungete la tortiera con poco olio, versate le ciliegie col nocciolo (perchè, avete voglia di snocciolarle? Fate pure, ma la ricetta originale è coi noccioli!), spolverate con un cucchiaio di zucchero di canna  e con un cucchiaino di cannella. Accendete il forno a 180°. In una terrina versate il silken tofu, la curcuma,  l’amido e il rimanente zucchero, con una frusta create una crema soffice, poi aggiungete la farina e la vaniglia e continuate a sbattere. A poco a poco aggiungete il latte e il liquore, sempre mescolando fino a ottenere una pastella simile a quella delle crepes. Versate la pastella nella teglia sopra le ciliegie e infornate per 45 minuti. Servite tiepido o freddo, dopo aver spolverato con zucchero a velo.

Ieri la Capra e il Caprone sono andati a fare una passeggiata nella pineta di Lido di Volano, un posto molto bello, e soprattutto con un profumo incredibile, sprigionato dalle resine dei pini marittimi. E’ stato molto bello camminare su un soffice tappeto di aghi. Grazie agli amici D e R che li hanno invitati, hanno riscoperto anche un aspetto più rustico della vita di mare, qualcosa che ricorda un po’ i bagni di quando la Capra era piccola, e non c’erano tutte le “diavolerie moderne” di oggi! Tralasciando che stava cucinando il pesce 😦  vedere un signore di 87 anni che griglia in una cabina con mezzo litro di spritz e 800°, e poi ti urla “sit  a post?”  non ha prezzo. La Capra ovviamente si è rifugiata nel classico insalatone con patate fritte, d’altra parte almeno c’erano!

Questi momenti di relax lontano da casa sono quello che ci vuole per affrontare poi la quotidianità, fatta ancora di ansia e paura che da un momento all’altro la situazione possa precipitare. Per fortuna la Capra e il Caprone non sono molto sedentari, e appena possono si spostano! A dire il vero alla Capra sarebbe piaciuto moltissimo andare alla sagra del seitan, ma non è stato possibile, peccato, voi ci siete andati? Aspetto i vostri racconti e le vostre foto!

Advertisements

9 thoughts on “Clafoutis di ciliegie alla cannella

  1. Mai fatto questo dolce, nemmeno nella versione onnivora! Purtroppo è difficile che la frutta in casa mia duri a lungo da finire cotta e d’estate più che mai, dove quella matura finisce in freezer per i gelati rav! 😉
    Però mi incuriosisce con il tofu, dovrei provare!
    Io per ovvi motivi, alla sagra del seitan non ci sono andata ed aspetto come te altrui racconti! A presto 🙂

  2. Stupendo 🙂 e goloso!
    Io non ho mai provato in nessuna delle versioni pero’ non avevo dubbi che nella versione vegan fosse perfetto… Anche perché tu sei bravissima!!!!

    Ps. Per la sagra ho visto ora il reportage di Cesca , qualcuno quindi sa dirci qualcosa ^^

  3. Stavo cercando proprio una ricetta per il clafoutis, dolce che non ho mai fatto e mi sono inciampata nel tuo blog..a parte le risate che mi sono fatta leggendo “chi è la capra” ho trovato nuovissimi spunti e idee..
    Ripasserò volentieri…magari ti farò sapere com è andata con il clafoutis…

  4. che bella idea non stufarsi a snocciolare le ciliege… e ho apprezzato anche la descrizione della gita al lido di volano… ci devo giusto andare… gra
    zie mille

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...