Crostata speziata al cioccolato

La Capra a volte fa delle caprosità, una di queste è stata invitare l’amica GM. a prendere un tè tempo fa, propinandole una torta che era una vera schifezza, tanto che l’amica non è riuscita a trattenere un’occhiata allarmata e ha gentilmente rifiutato l’offerta, ma questa volta la Capra era determinata a offrire qualcosa di decente, così ha pensato che per andare sul sicuro fosse meglio affidarsi a una ricetta già esistente! Per l’occasione ha tirato giù dallo scaffale il mitico libro di cucina etica dolce, ma come al solito ha preferito pastrocchiare un po’ piuttosto che seguire la ricetta alla lettera, quindi vi scrivo qui le dosi e il procedimento eseguiti, se volete conoscere l’originale dovete reperire il libro!

Ma prima vi parlo dell’amica GM.

La Capra ha conosciuto l’amica GM a un laboratorio fantastico tenuto dall’amica A, durante il quale in un nanosecondo hanno fatto amicizia raccontandosi storie dell’infanzia, colorando, incollando, ballando, scrivendo, sognando e mangiando torte. Le torte del laboratorio le portava sempre l’amica GM, che è una vera e propria maga, non sbaglia un colpo, è un asso nelle preparazioni soffici e armoniose!  L’amica GM e la Capra hanno anche una grande passione in comune: le piante! L’amica GM infatti di professione progetta giardini , ma è anche una giardiniera appassionata che ne scrive, ne sogna e ne parla con amore. Il suo giardino in campagna è un angolo ombroso un po’ inglese con tanti alberi e rose meravigliose, con stanze segrete e gatti scorrazzanti, la Capra se n’è innamorata subito! L’amica GM è anche una persona molto generosa da molti punti di vista, infatti non manca mai di portare un regalino alla Capra, o di scriverle una cosa carina o di darle un buon consiglio.  Con alcune persone ci si annusa e ci si riconosce subito come facenti parti della stessa tribù di sognatori, e come qualcuno ci ha ricordato recentemente, non è tanto difficile trovare persone con le stesse nostre idee, quanto persone con la nostra stessa sensibilità, quindi ogni volta che ciò accade la Capra è immensamente felice e grata!

Ma ora passiamo alla ricetta!

Ingredienti:

-per la pasta

200g farina 00

100g di margarina non idrogenata

un pizzico di sale

1 cucchiaino di zenzero

acqua fredda

-per la crema

mezzo bicchiere di latte di soia

olio di semi deodorato bio

200g di cioccolato fondente

2 cucchiaiate di zucchero di canna

1 cucchiaino di agar agar

1 cucchiaino di zenzero

1 cucchiaino di cannella

1 pizzico di noce moscata

Procedimento:  mescolate gli ingredienti per la pasta, aggiungendo acqua fino a creare un impasto bello sodo ma elastico, fate riposare in frigorifero per un pochetto poi stendetelo col mattarello e rivestite una tortiera dal diametro di 24 cm unta e infarinata. Bucherellate con una forchetta, stendetevi sopra un foglio di carta forno, usate i soliti fagioli secchi come peso e infornate per 20 minuti a 180°, poi togliete i fagioli e la carta e cuocete per altri 10 minuti. A parte, versate il latte nel frullatore, poi a filo aggiungete l’olio finchè frullando la crema avrà raggiunto una consistenza un po’ spumosa. Quando il composto è pronto prendete il cioccolato e mettetelo a sciogliere a bagnomaria con gli altri ingredienti per la crema nei quali avrete versato l’agar agar a freddo. Quando il cioccolato è ben sciolto togliete dal fuoco e versate la crema sull’impasto. Fate raffreddare in frigorifero per almeno 2 ore, ma anche di più. Consigli: la torta è decisamente più buona servita fredda, risulta meno dolce, ma se non avete modo di servirla appena tolta dal frigorifero vi consiglio di eliminare lo zucchero dalla crema, tenete presente inoltre che più la temperatura è bassa, più la crema risulterà compatta e si scioglierà in bocca!

Annunci

4 thoughts on “Crostata speziata al cioccolato

  1. mitica! e quanto è bella e vera la descrizione sulle persone che si annusano e si riconoscono ;-D … e poi al laboratorio fantastico tenuto dall’amica A non possono che nascere magie!

  2. che bello quello che racconti sulla tua amicizia…è tanto difficile trovare persone affini a noi, quando s’incontrano bisogna tenersele strette…io mi guardo ancora intorno.
    Ecco, ora casco in terra…che torta spettacolo, ma mi tentate tutte proprio ora che il mio corpo m’implora di non essere golosa e mangiare verdura?! Complimenti,sembra ottima,e la metto in lista anche come esperimento con l’agar agar che ho in casa ma devo imparare a usare 😉

  3. pure io ho l’olfatto fino, e mi piace quando accadono queste cose. e accadono sempre più spesso ultimamente, per fortuna 🙂

    mi assicuri che la torta è buona? la faccio , grazie, sei un tesoro ^^

  4. Pingback: Il 2012 in 12 ricette! | La Cucina della Capra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...