Pizzette natalizie alla zucca

La Capra non è particolarmente credente, anzi, proprio per niente, tuttavia quando è sottoposta al pressante grigio invernale per settimane intere, quando non capisce più se ha gli occhiali appannati o c’è la nebbia, quando si alza al mattino e non capisce che fine abbia fatto la luce, è felice dell’avvicinarsi del periodo natalizio, che porta con sè lucine, colori, amici dispersi per il mondo e grandi abbuffate!

Di questa propensione ha risentito anche il mensile appuntamento con la festa dell’autoproduzione, a cui la Capra partecipa con regolarità svizzera da 3 mesi. Il tema era per l’appunto il Natale, e, oltre a confetture, marmellate, conserve, erbe e cibarie varie,  la Capra si è sbizzarrita nella preparazione di decorazioni ecologiche per l’albero, come vedete dalla foto! La nostra eroina ha sfidato la sorte e la sua naturale pasticciosità impugnando seghetto alternativo per affettare dei rami, che poi ha pirografato per decorare. Se non avete ancora fatto l’albero potete prendere spunto!

Per sfamare i visitatori, ha preparato queste particolari pizzette alla zucca, decisamente stagionali, e decisamente apprezzate!

Ingredienti per 12 pizzette:

400g farina 0

400g farina integrale

2 cubetti di lievito di birra

olio evo

sale

zucchero di canna

2 rametti di rosmarino

2 cipolle rosse

un bel pezzo di zucca pulita

uvetta sultanina

Procedimento: Mettete in ammollo l’uvetta in acqua,  impastate la farina col lievito sciolto  in acqua tiepida, olio, sale, rosmarino e una presa di zucchero, lasciate lievitare al caldo per almeno un’ora. Il procedimento è sempre lo stesso delle pizze tradizionali! A parte, affettate e soffriggete le cipolle, unite la zucca tagliata a cubetti piccoli, aggiungete un po’ di acqua, salate e fate stufare finchè la zucca si disfa e l’acqua evapora quasi del tutto, deve avere la consistenza di un puré un po’ molliccio :)! Infine unite un altro rametto di rosmarino tritato e l’uvetta strizzata, cuocete un altro paio di minuti e spegnete il fuoco. Mentre la zucca si raffredda, accendete il forno a 180°, dividete l’impasto in 12 parti e stendetele con le mani in modo da formare 12 dischi. Versate la salsa di zucca sulle pizzette lasciando il bordo bianco, irrorate di olio e infornate per 30 minuti.

A proposito di stagionalità: avete notato niente di strano nei vostri giardini? In quello della Capra si verificano strani fenomeni: tagetes e rose fiorite (vedi foto sotto!), nasturzi ancora verdi e turgidi, cedrina che fa foglie nuove, tulipani che iniziano a spuntare….

…d’accordo che, come si apprende nei peggiori bar di Caracas, non ci sono più le mezze stagioni, ma le altre che fine hanno fatto?

Advertisements

8 thoughts on “Pizzette natalizie alla zucca

  1. io ho le calendule nel giardino in campagna, e in casa orchidee con fioriture record che così neanche ad aprile…
    Pizzette belle, ottima idea per usare la zucca che mi piace tanto 🙂

  2. qui la mezza stagione l’ha fatta, per la verità sono due annic he le stagioni filano come devono filare, come me le ricordavo da piccola.
    ma le rose che spuntano in pieno inverno le ho anche io in giardino, non sarà che si sono rinforzate loro?

    il natale fa lo stesso effetto anche a me, non sono religiosa e infatti mi piace proprio per questo: perchè è una festa che possono festeggiare tutti, che affonda le radici nei culti degli Dei e della Terra e che si festeggia per celebrare la vita, ma è anche una festa religiosa e così mette d’accordo un po’ tutti, è una cosa bella 🙂

    le tue pizzette sono da sbavunchio, dirò un’eresia ma eviterò il rosmarino che in questo periodo non riesco a tollerare.
    ciao ^^

  3. 🙂 io invece mi ci farei il bagno nel rosmarino!!
    Organizzare la festa natalizia non è stato così semplice, molte persone hanno una vera avversione, quasi una reazione allergica, anche se, come scrivi tu, non si tratta di una festa propriamente cristiana, ma molto più antica, nel mio caso ha a che fare con una sorta di istinto di sopravvivenza che cerca di lottare contro il buio di queste giornate, la tristezza che ne viene, le riflessioni di ore ed ore sul divano sotto le coperte!

  4. Brave, sono d’accordo! 🙂 è bello festeggiare il natale ed è bello che ognuno viva il suo:festa religiosa, festa della vita, festa della famiglia…alla fine è una tradizione che sotto l’una o l’altra luce ci appartiene fin dall’infanzia ed è bello mantenerla anche se si modifica negli anni perché anche noi cambiamo prospettive…

  5. Anch’io, pur non essendo religioso, adoro il periodo natalizio. Sarà per il freddo pungente, le luci e il fatto di riunirsi di più con la famiglia e gli amici, è un periodo che mi mette grande pace e serenità. Le pizzette sono assolutamente invitanti!

  6. Quest’anno ho avuto anche io il fortissimo richiamo del legno, ma ho dovuto arrangiarmi con ciò che trovavo in giro per le decorazioni dell’albero…ma può essere che per il prossimo anno ci metta anche io le mani.
    Buon riposo e goditi le coccole!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...