Farifrittata al crescione

 

Quest’anno l’orto va alla grande, la Capra e il Caprone sono molto contenti dei risultati, tutta estate hanno mangiato il frutto delle loro fatiche, e anche ora, in questa stagione di mezzo, possono fare a meno di andare al supermercato. Questa cosa li riempie di gioia per svariati motivi, non per ultimo il fatto di non comperare per 2 soldi verdure coltivate da contadini sfruttati, siano dall’altra parte del mondo o molto vicini. Anche questa è resistenza, no?

Ma passiamo alla ricetta di questa farifrittata: l’ingrediente chiave è il crescione (che vedete nella foto sotto, scattata nell’amena location dell’orto dei 2 prodi) . Trattasi di una pianta piena di vitamine, ferro e calcio, che preferibilmente va consumata cruda per apprezzarne il pizzicorio, ma la Capra aveva proprio voglia di qualcosa di caldo, quindi ha preparato questa farifrittata. Per chi non conoscesse questo termine, la farifrittata è la tipica frittata vegetale dei vegani, in cui si sostituisce l’uovo con la farina di ceci. Buonissima!

 

Ingredienti:

un mazzo di crescione

farina di ceci (2 tazze)

cedrina secca (1 cucchiaio) (la Capra ne ha una pianta in giardino)

1 cipolla

olio evo

sale

pepe

Procedimento: Cuocete a vapore il crescione, eliminando le parti più fibrose se non vi piacciono (la Capra, si sa, le gradisce!). In una padella scaldate un goccio d’olio e soffriggete la cipolla tagliata a fettine sottili. Unite il crescione e saltate assieme con un po’ di sale e la cedrina spezzettata bene. A parte fate una pastella con la farina di ceci, un po’ d’acqua, sale e pepe, versatela nella padella. Coprite e cuocete come una normale frittata.

 

A breve la capra promette di  pubblicare un post sulla cedrina, con tanto di reportage fotografico. Oggi non è possibile, ma in anteprima una foto di un ingrediente che è quasi ora di raccogliere dall’orto: il topinambur! L’autunno avanza, e la nuvola gialla di fiori sta velocemente seccando, e quando sarà ora la Capra andrà a cercare i tuberi profumati sotto terra, e li rippianterà. Nell’attesa si gode i tramonti e i contrasti di questa stupenda stagione!

Advertisements

2 thoughts on “Farifrittata al crescione

  1. Ma sai che ho sprecato tanti anni senza conoscere il topinambur? E quando l’anno scorso me lo hanno fatto assaggiare ho esclamato : “Ma cos’è stata la mia vita fino ad ora senza topianmbur?” Li A-DO-RO.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...